Provincia di Trieste

Provincia di Trieste

Progetti per la Comunità

taxi_1

PROGETTO VOUCHER TAXI PER PERSONE CON DIFFICOLTA’ MOTORIE - ESAURITA LA DISTRIBUZIONE - SETTEMBRE 2015

La Provincia di Trieste ha concluso in questi giorni la distribuzione di voucher taxi destinati alle persone disabili con gravi difficoltà motorie da utilizzarsi sui veicoli appositamente attrezzati per le carrozzine. 

“Il progetto è stato accolto con favore dai cittadini" ha detto Roberta Tarlao, assessore alle Politiche sociali della Provincia di Trieste. "Nel corso del 2015 con un fondo di 11.250 euro abbiamo messo a disposizione dell’utenza 2.250 buoni sconto del valore di 5 euro ciascuno. Nei primi giorni di settembre abbiamo concluso la distribuzione, consegnando ad un utente l’ultimo blocchetto di voucher”. Quest’anno, a differenza del 2014, l’amministrazione ha modificato i criteri di accesso ai buoni, ampliando la fascia di età (dai 18 anni in su) e riservando l’intervento a coloro sono costretti a spostarsi con la carrozzina. Un ulteriore requisito era di non aver beneficiato in precedenza dei voucher. E’ stato così raggiunto il maggior numero possibile di persone che grazie al servizio di taxi con automezzi dedicati, ha permesso di uscire a tante non solo per recarsi presso le strutture ospedaliere ma anche per momenti di svago o socializzazione. “Rilevante inoltre è stata la collaborazione di enti pubblici e privati – ha aggiunto Tarlao – e la collaborazione della Società Cooperativa Radio Taxi, della quale ci siamo avvalsi per la realizzazione del progetto”. Novantanove i beneficiari, 42 maschi e 57 femmine, in prevalenza ultrasessantaquattrenni (70 soggetti su 99 richiedenti ammessi). Tutti i richiedenti in possesso dei requisiti previsti hanno ottenuto i buoni. L’ utente più anziano vanta ben 96 anni mentre i più giovani sono tre con età tra i 21 e i 22 anni. Dei 99 beneficiari, ben 40 non avevano mai utilizzato un taxi attrezzato e 19 non conoscevano neanche l’esistenza di tale servizio. L’utenza ha dimostrato di preferire l’uso del taxi attrezzato piuttosto che di altri mezzi per ragioni di comodità (24 risposte), garanzia di un servizio di prossimità (22 risposte), mancanza di alternative (48 risposte).  I voucher sono stati richiesti, nella maggior parte dei casi, per recarsi in  strutture sanitarie o riabilitative (60 risposte) tuttavia, vi sono state richieste anche per un utilizzo del taxi per svago (13 risposte), per lavoro (4 risposte) o per altri motivi (21 risposte) che certamente includono finalità di socializzazione. “Possiamo dire di ritenerci soddisfatti avendo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati e avendo contribuito, da una parte a far conoscere il servizio di taxi attrezzato e dall’altra al benessere di persone anziane e disabili avendo offerto loro la possibilità di uscire e di spostarsi in città con più facilità.


PROGETTO TRASPORTO FACILE - SETTEMBRE 2015

Presso il "Centro Commerciale Torri d'Europa", via Bartolomeo d'Alviano n. 23 si presenta il Progetto Trasporto Facile assieme a TriesteAbile con un banchetto informativo venerdì 4 settembre, al primo piano, e venerdì 18 settembre, al secondo piano. Si potrà contattare di persona gli operatori del servizio che saranno a disposizione del pubblico in entrambe le giornate dalle 10.30 alle 18.30 circa per illustrare le finalità del Progetto, le modalità di servizio e di prenotazione dei trasporti, e per soddisfare tutte le richieste d'informazioni relative a questo servizio inserito nei Piani di Zona 2013-2015.

 


__________________________


labacIL LABORATORIO DI ACCESSIBILITA' – LabAc –  Piani di Zona 2013-2015

VENERDI' 24 LUGLIO 2015 CONFERENZA STAMPA CONGIUNTA PROVINCIA - COMUNI - AZIENDA PER L'ASSISTENZA SANITARIA N° 1 TRIESTINA - AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE

L'assessore provinciale alle Politiche della Disabilità Roberta Tarlao ha promosso una conferenza stampa di intesa con gli assessori Laura Famulari, Elena Marchigiani, Andrea Dapretto del Comune di Trieste, Andrej Cunja, Tatjana Kobau del Comune di Duino-Aurisina, con il sindaco del Comune di Sgonico, Monica Hrovatin, con il commissario straordinario  dell'Azienda per l'Assistenza Sanitaria n° 1 Triestina, Nicola Delli Quadri, con l'Amministratore unico delle ATER, Raffaele Leo, con il direttore dell'ATER di Trieste, Antonio Ius

per fare un bilancio del progetto e presentare le possibili prospettive. Il progetto è orientato al miglioramento dell'accessibilità degli spazi aperti; alla sensibilizzazione sui temi della fruibilità della città in autonomia e sicurezza; alla formazione di una cultura dell'inclusione sociale. Il Tavolo tecnico coordinato dalla Provincia si avvale del supporto scientifico dell'Università degli Studi di Trieste.

 __________________________

 

lavoro_disabiliPROVINCIA DI TRIESTE,  INTERVENTI SU AREA DISABILITA’ E SVANTAGGIO


La Provincia di Trieste ha presentato l’Avviso pubblico con il quale si intende favorire la creazione di posti di lavoro per cittadini con disabilità e che contempla varie misure, dagli incentivi alle imprese attive sul territorio per assunzioni o per abbattere barriere architettoniche, ai fondi per lo sviluppo di nuove attività a conduzione, o a prevalente partecipazione, di cittadini disabili. Si tratta di un Avviso unico, emanato per l’annualità 2015, che accorpa i due distinti avvisi pubblicati negli anni passati, relativi all’inserimento lavorativo e alla creazione d’impresa, per rendere più semplici le procedure. “L’avviso poggia su uno stanziamento di un milione e ottocentomila euro, afferenti al Fondo provinciale per i disabili – ha detto Adele Pino, assessore alle Politiche attive del Lavoro – istituito dalla legge regionale 18/2005 proprio al fine di ampliare le possibilità di impiego delle persone con disabilità”. L’emanazione dell’avviso pubblico è solo una delle tante azioni compiute dall’amministrazione provinciale finalizzate all’inserimento lavorativo dei disabili. Si tratta di interventi  avviati per garantire la continuità del servizio e l’erogazione dei finanziamenti, nel passaggio delle competenze dalla Provincia alla Regione. “Il nostro obiettivo – ha detto Adele Pino,– è mantenere i servizi al cittadino anche nella delicata fase legata al passaggio di competenze. In ragione di ciò abbiamo provveduto a prorogare le convenzioni in essere con l’Azienda sanitaria, il Comune e la Camera di Commercio e ad avviare un Protocollo con le Cooperative sociali”. In particolare la Provincia di Trieste ha prorogato fino a dicembre 2015 la convenzione siglata nel 2013 con l'Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 Triestina per la gestione degli strumenti di tirocinio e per la mediazione, il supporto e il monitoraggio negli interventi di collocamento mirato, che conta su un  finanziamento di 200mila euro da giugno a dicembre 2015. Posticipata  a fine anno anche la convenzione stretta con il Comune di Trieste per le medesime attività e per la quale vi è un importo di oltre 194mila euro. Resta in vigore poi il protocollo stretto con la Camera di Commercio di Trieste per le attività di gestione di una pagina web dedicata al collocamento mirato. “Risale a pochi giorni fa – spiega Adele Pino –la sigla di un protocollo con le Centrali delle cooperative sociali operanti sul territorio con il quale l’amministrazione provinciale si impegna, per i prossimi 18 mesi, a sostenere le spese di incentivazione relative all'attivazione, a favore di soggetti svantaggiati, di venti interventi di tirocinio per un periodo minimo di tre mesi e massimo di sei mesi grazie a un finanziamento complessivo di 48,5 mila euro.

disabilità

PRENOTAZIONE DI TRASPORTO ASSISTITO MEDIANTE AGEVOLAZIONE ECONOMICA - PROGETTO TRASPORTO FACILE

La Provincia ha sottoscritto con nove soggetti una convenzione per l’incentivazione del servizio di prenotazione di trasporto assistito mediante agevolazione economica in attuazione del Progetto Trasporto Facile, previsto nel Programma triennale finalizzato alla sperimentazione di modelli organizzativi innovativi degli interventi e dei servizi di rete rivolti alle persone disabili, giusta deliberazione di Giunta Provinciale n. 22 dd. 27 febbraio 2014, in continuità con il Progetto sperimentale “Trasporti possibili: per un’autonoma  scelta di mobilità” - L.R. 41/96 – Piani di Zona 2013 - 2015.

L'iniziativa prevede che persone disabili residenti o temporaneamente presenti nella provincia di Trieste che utilizzano il servizio gratuito di prenotazione di Trasporto Facile possano fruire di una riduzione della tariffa di trasporto nella misura di Euro 5,00 a tratta per il trasporto effettuato, in qualsiasi giornata e fascia oraria, con mezzi dedicati forniti dai soggetti aderenti al sistema Trasporto Facile, prenotato tramite il Servizio Trasporto Facile (Numero Verde gratuito 800 007 800).

I Soggetti sottoscrittori si impegnano ad effettuare a favore degli utenti – che hanno scelto autonomamente il servizio tramite la prenotazione Trasporto Facile - lo sconto della tariffa sulla tratta a concorrenza del suo costo.

Di seguito il nuovo spot audio trasmesso dal 13 aprile dalle emittenti Radio Company - Radio 80 - Easy Network - Radio Attività News - Radio Attività Sport.

Spot audio - aprile 2015

 

voucher2PRESENTATA NUOVA TRANCHE DI VOUCHER TAXI  PER PERSONE CON DIFFICOLTA’ MOTORIE - 5 MARZO 2015
L’assessore provinciale alle Politiche Sociali e Disabilità, Roberta Tarlao, ha presentato la nuova tranche di voucher taxi del valore di 10mila euro sostenuta da fondi provinciali, per le persone con difficoltà motorie permanenti, che necessitano di accompagnamento. “Trieste è una città che per la sua posizione e conformazione orografica non consente spostamenti agevoli, in particolar modo se si è costretti su una carrozzina” ha affermato Roberta Tarlao. “La Provincia di Trieste ne è ben consapevole – ha aggiunto - e  per questa ragione sono ormai da diversi anni che ha avviato politiche di  sostegno all’autonomia e alla mobilità delle persone disabili”.  Quest’anno l’erogazione dei voucher rispetto al passato presenta alcune novità, adattandosi alle esigenze reali del territorio emerse nella fase precedente di sperimentazione. “Analizzando il bisogno della cittadinanza, abbiamo valutato di concedere i voucher senza alcuna limitazione di età a partire dal diciottesimo anno di età  – ha detto Tarlao - e di riservarlo ai disabili fisico-motori con invalidità al 100% che necessitano di accompagnamento per la deambulazione”.   Il beneficio viene concesso a coloro che non sono stati assegnatari in precedenza di voucher taxi nell’ambito di progetti provinciali. Il valore nominale del buono rimane invariato (5 euro), mentre è stato fissato un numero limite massimo di utilizzo per ciascuna corsa. “Abbiamo posto attenzione anche alle novità introdotte dal recente provvedimento del Comune di Trieste, che ha modificato le tariffe per il servizio di taxi, per cui i cittadini che possiedono i requisiti per ottenere i voucher riceveranno un quantitativo differenziato (20 o 40 voucher) a seconda che risiedano in una zona ove viene applicata la tariffa ordinaria o in una in cui vige l’applicazione di una tariffa maggiorata (cd. seconda tariffa).

I voucher chiaramente andranno utilizzati esclusivamente dai beneficiari e su taxi attrezzati per disabili”. L’assessore Tarlao ha ringraziato la società cooperativa Radio Taxi, che si è resa disponibile a collaborare per rendere possibile questa iniziativa, mettendo a disposizione ogni notte in turno perlomeno un mezzo attrezzato e impegnandosi ad accompagnare il passeggero che effettua la corsa con i voucher fino alla soglia di casa. A partire da martedì 10 marzo, gli interessati potranno presentare domanda per l’erogazione dei voucher presso i nostri uffici di via Sant’Anastasio n. 3, al primo piano, stanza 1.14 - Unità Operativa Lavoro Politiche giovanili e sociali, nelle giornate di martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.30. Dalla medesima data tutte le informazioni e la modulistica saranno disponibili on line seguendo il percorso: Progetti per la Comunità - Disabilità – Progetti – Voucher taxi.

 

voucher3CONCLUSO IL PROGETTO SPERIMENTALE VOUCHER-TAXI ex L.R. 41/96 - PIANI DI ZONA 2013-2014

Nel periodo di sperimentazione, andato da agosto 2013 fino a giugno 2014, hanno beneficiato dei voucher 115 persone, il 45%  uomini con età media 43 anni e il restante 55% donne con età media di 48 anni. Complessivamente sono state 1.604 le corse effettuate, con un picco massimo di frequenza nei mesi di febbraio-marzo. La fascia oraria più apprezzata è stata quella pomeridiana, dalle 16 alle 20. La maggior parte di fruitori, il 95%, proveniva dal Comune di Trieste, seguito dai Comuni di San Dorligo della Valle-Dolina, Muggia e Sgonico-Zgonik. A Trieste le richieste sono pervenute principalmente dalla V Circoscrizione (Barriera Vecchia-San Giacomo), seguita dalla IV Circoscrizione (Città Nuova- Barriera Nuova- San Vito – Città Vecchia) e dalla VI Circoscrizione (San Giovanni- Chiadino – Rozzol). Dal questionario proposto al momento della distribuzione dei voucher è inoltre emerso che il 20% delle persone interessate non conosceva l’opportunità del taxi attrezzato. Una successiva analisi ha evidenziato che il 18% di coloro che hanno usufruito dei voucher non si era mai mosso prima in autonomia e il 22% ha dichiarato di aver utilizzato questa opportunità per momenti di svago e di socializzazione.  


trasporto facileAGGIORNAMENTO 10 LUGLIO 2014

PROGETTO " TRASPORTI POSSIBILI: PER UN'AUTONOMA SCELTA DI MOBILITA' " - L.R. 41/96 / PdZ 2014

Trasporto Facile è un sistema di raccordo dei trasporti per persone con disabilità del territorio provinciale.

Approvata con determinazione dirigenziale n. 2132 dd. 9.7.2014 - La Carta dei Servizi

La Carta dei Servizi

Modulo di adesione a Trasporto Facile 2014

Manifestazione di interesse a Trasporto Facile 2014


AGGIORNAMENTO 31 DICEMBRE 2013

 

progetti disabiliSi è concluso il programma triennale 2011-2013 con cui sono stati sperimentati modelli organizzativi innovativi degli interventi e dei servizi di rete rivolti alle persone disabili concertati trala Regione e le Province a’sensi L.R. 41/96, il tutto in raccordo con la partecipazione ai Piani di Zona relativa all’Area Disabilità.

I progetti coordinati dalla Provincia sono stati :

  • Nuovo Progetto “Cambia la tua idea del possibile : abitare in autonomia” e il Progetto collegato “Laboratorio di Accessibilità”, con Università, ATER, Ordine degli Architetti, Comuni, Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 “Triestina” e Associazioni;
  • Imparare ad abitare : da Casa “scuola” a Casa “casa”;
  • Trasporti possibili : per un’autonoma scelta di mobilità;

_________________________________________________________________________

 

  • Interventi a favore delle Associazioni di promozione che operano nel campo della disabilità

      (tel. 040 3798398);

  • Attività di raccordo tra l’Amministrazione Provinciale e il C.U.P.H. – Comitato Unitario Provinciale

      (tel. 040 3798411-423);

   

 

 


  



           

          

Ultimo aggiornamento: Tue Nov 10 09:01:38 CET 2015
Lavoro, Politiche giovanili e sociali